• +39 370 323 7674
  • info@casagp2.org

Come è nata Casa GP2

Come è nata Casa GP2

La “casa Gp2” nasce intorno al 2007 e si definisce immediatamente come casa di accoglienza per gruppi giovanili. Inizialmente gli utenti sono soprattutto gruppi parrocchiali che la utilizzano per uscite nei fine settimana. Successivamente qualche gruppo insieme con gli animatori di riferimento chiede di fare delle esperienze di vita comunitaria all’interno della struttura. L’esperienza della vita comunitaria diventa pian piano l’attvità pastorale che caratterizza la “casa Gp2”: i soggetti che chiedono di vivere nella casa sono gruppi parrocchiali, gruppi scout e in questi ultimi anni anche classi scolastiche. Le esperienze di vita comune di gruppi parrocchiali e scout sono comunque in autogestione, cioè la proposta formativa, gli obbiettivi della settimana, la logistica sono a carico degli animatori del gruppo, mentre le esperienze che coinvolgono le scuole sono gestite dal responsabile della casa.

Negli ultimi anni la casa è stata frequentata da una media di 500 ragazzi l’anno; per questo rappresenta un luogo pastorale molto significativo in cui si condensano l’aspetto missionario (esperienza di primo annuncio), le specificità della pastorale giovanile e della pastorale vocazionale.
Con alcuni dei ragazzi che hanno frequentato la casa si sono creati dei legami che hanno reso possibile il loro coinvolgimento anche in altre attvità diocesane, relazioni di accompagnamento spirituale, o si è resa attuale una familiare frequentazione del Seminario, occasione di vari colloqui informali.

Con questo progetto si vuole valorizzare il potenziale educativo/pastorale che offre la casa soprattutto nell’ambito della pastorale giovanile, vocazionale e dell’educazione al servizio; per questo gli uffici che collaborano in questo progetto sono il servizio diocesano di pastorale giovanile, l’uffcio diocesano per la pastorale delle vocazioni e la Caritas diocesana.