• +39 370 323 7674
  • info@casagp2.org

Tutto cio che Ho

Tutto cio che Ho

Possiamo fare tante cose, le nostre giornate possono essere piene all’inverosimile di impegni, incontri…ma in quante mettiamo tutto noi stessi? È la domanda che accompagnerà il cammino del Gruppo Universitari di Lendinara che ha iniziato l’anno con una settimana di vita fraterna in GP2.  Ogni cosa, ogni impegno, ogni relazione può essere vissuta entrandoci oppure rimanendo spettatori. Possiamo scegliere se giocarci con tutto noi stessi oppure no.

Attraverso alcune provocazioni, una fra tutte una pagina del diario di Alberto Marvelli, giovane beato di Rimini ma che abbiamo scoperto durante questa settimana aver camminato e vissuto anche qui in Polesine, ci siamo chiesti quanto di noi stessi stiamo mettendo nelle cose che viviamo.  Il racconto del Vangelo in cui Gesù vede una vedova, povera, gettare tutto ciò che aveva per vivere nel tesoro del tempio, indicandola come esempio ai suoi discepoli, ci ha stimolato e ci ha dato spunti di riflessione che durante l’anno ci porteranno ad entrare nella concretezza della nostra vita di giovani.

Ovviamente il contesto familiare della GP2 ci ha aiutato a crescere in quella fraternità necessaria ad un gruppo per definirsi e per sentirsi tale. Anche il sacrificio di doverci aspettare, del fare da mangiare o pulire la casa, del dover studiare anche mentre gli altri facevano confusione ma anche la preghiera e la condivisione di fine giornata, ci hanno portato ad assaporare il gusto della fraternità cristiana. Gesù era con noi.

La settimana in GP2, che per alcuni era la prima in assoluto, ci ha chiesto di mettere le nostre singole identità in gioco per essere concretamente piccola porzione di una Chiesa “diversa”, capace di accorgersi dei fratelli e di vivere autentiche relazioni fraterne. Una chiesa “nuova” la possiamo sognare anche a partire da questa semplice esperienza. Nella Comunità possiamo fare la differenza se solo ci impegniamo “con tutto noi stessi” sullo stile di Gesù e dei suoi amici.

                                                                  Gruppo Universitari UP Lendinara

don Michele

Leave a Comment